La consuetudine di utilizzare i migliori riproduttori per la produzione del mulo, sottraendoli alla riproduzione in razza, ed i massicci prelievi di asini e muli da parte dell' Esercito Italiano, porto', nel primo dopoguerra, ad un decadimento della razza.

Il lavoro di selezione iniziato nel 1926 con l'acquisto, da parte del Deposito Stalloni di Foggia, dei migliori stalloni asinini esistenti e salvatisi dalle tante ed incontrollate esportazioni dell' epoca.

Di essi, tre possono essere considerati i capostipiti della razza, avendo dato origine alle tre linee di sangue che da essi prendono il nome : COLOSSEO, BELLO e MARCO.